Installazione cartucce Inkjet – Stampanti Epson

Le indicazioni che qui riportiamo si applicano a tutti i modelli di Cartucce per Epson, serie T044, T048, T055, T061, T071, T080, T128, T129, T13, T16 T18, T24, T26, T27, T29, T33, T34, T35, 27XL, 29XL, 33XL, 34XL, 35XL.

Le stampanti a getto d’inchiostro di marca Epson da alcuni anni ormai sono tutte progettate con cartucce a colore singolo. La maggior parte di esse lavora con 4 cartucce (quadricromia), alcune con 6 cartucce (esacromia) o addirittura con 7 o più cartucce. Questa scelta costruttiva ci consente di sostituire solo il colore che si è esaurito, permettendo così una certa ottimizzazione dei costi. Per contro, la stampante per lavorare avrà sempre necessità di avere tutte le cartucce installate (e non esaurite), e dunque è bene prevedere sempre un’adeguata scorta altrimenti non sarà possibile eseguire stampe.

Le cartucce si presentano come delle taniche più o meno complesse, tutte dotate di microchip di riconoscimento.

Quando e come installare una nuova cartuccia?

Le stampanti Epson segnalano quando si sta avvicinando il momento di sostituire una cartuccia. Lo status monitor fornisce un’indicazione visiva del livello dell’inchiostro residuo e quando tale livello scende sotto una certa soglia viene mostrato un triangolo giallo con un punto esclamativo all’interno. Il nostro suggerimento è non cambiare ancora la cartuccia, perché non è del tutto esaurita e si può stampare ancora a lungo. Quello che viene mostrato è solo un avviso che ci ricorda di procurarci per tempo una nuova scorta.

Solo quando tale indicazione si trasformerà in una segnalazione di “Cartuccia Esaurita” o “Cartuccia Non Riconosciuta” (nel caso si stia usando cartucce non originali), indicata generalmente da una X rossa, sarà giunto il momento di sostituire la cartuccia.

  1. È necessario seguire la procedura di sostituzione guidata proposta dalla macchina. Assolutamente NON spostare manualmente il carrello contenente l’alloggiamento cartucce ma attendere che venga portato in posizione dalla procedura guidata.
  2. Suggeriamo di agitare due o tre volte la cartuccia nuova e quindi, tenendola in piano, rimuovere il sigillo giallo che chiude il foro di sfiato. Rimuovere eventuali altre clip, se presenti. NON toccare con le dita il microchip.
  3. Quando il carrello è in posizione, estrarre la cartuccia esaurita ed inserire immediatamente la cartuccia nuova privata dei sigilli. Assicurarsi di premerla in posizione finché non sarà perfettamente alloggiata e allineata con le altre. In alcuni casi sarà possibile sentire un “clic” che indica l’avvenuto corretto inserimento.
  4. Concludere la procedura e, se la qualità di stampa non è perfetta, eseguire un Ciclo di Pulizia attraverso lo strumento Utility dello status monitor oppure agendo dal display della stampante.

Cosa fare se la cartuccia appena installata non viene riconosciuta

Se al termine dell’installazione di una nuova cartuccia si ottiene una segnalazione di “Cartuccia Non Riconosciuta”, suggeriamo di prelevarla dal suo alloggiamento e con un panno-carta morbido pulire delicatamente la superficie del microchip per rimuovere eventuali tracce di sporco o di ossidazioni che potrebbero impedire una corretta connessione con la stampante. E anche possibile utilizzare una gomma morbida da matita, come mostrato in figura 1.

come pulire la chip cartuccia inkjet con la gomma
Figura 1: Come pulire la chip cartuccia inkjet con la gomma

Raccomandiamo di non toccare mai con le dita la superficie del chip perché la pelle può lasciare tracce oleose che inducono ossidazione, e dunque causare un cattivo contatto e un malfunzionamento del prodotto. Consigliamo anche di controllare che i corrispondenti contatti dorati nell’alloggiamento in stampante non abbiano intrappolato sporco o residui di polvere che potrebbero anch’essi essere la causa del malfunzionamento.

Dopo la pulizia e il controllo, reinserire la cartuccia in macchina e completare la procedura di installazione.

Cosa fare se dopo aver installato una nuova cartuccia altri colori vengono mostrati come “esauriti” o “non riconosciuti”

Dopo l’installazione di una nuova cartuccia la macchina esegue un ciclo di pulizia automatico. I cicli di pulizia eseguono un’aspirazione dell’inchiostro da ogni singola cartuccia presente in stampante. Questa attività permette di pulire e liberare i condotti e gli ugelli della testina residente sulla macchina, al fine di ristabilire una buona qualità di stampa (non dobbiamo dimenticare che togliendo e mettendo una cartuccia noi involontariamente abbiamo immesso aria nei condotti, aria che deve essere assolutamente eliminata). Purtroppo però i cicli di pulizia “consumano” gli inchiostri, e dunque ne riducono sensibilmente i livelli.

Non è infrequente quindi che, a seguito di una installazione, il processo di pulizia che ne è seguito conduca ad esaurimento una o più cartucce che risultavano già prossime al fine vita. Talvolta si verifica un vero e proprio effetto “a cascata” che può essere oltremodo frustrante oltre che fastidioso.

Purtroppo non c’è altra soluzione che armarsi di pazienza e sostituire tutte le cartucce che la stampante ci indica, ricordando sempre che in caso di cartucce non originali (compatibili) le cartucce esaurite vengono segnalate dal software Epson con un falso messaggio di mancato riconoscimento: “La cartuccia non può essere riconosciuta”.

Cosa fare se dopo aver installato un set completo di nuove cartucce, queste vengono tutte mostrate come “esaurite” o “non riconosciute”

Può capitare che uno dei chip non dialoghi correttamente con i contatti elettrici presenti nella macchina e venga mostrato questo segnale di errore generale (che apparentemente coinvolge tutte le cartucce).

Per risolvere, è necessario portare il carrello dell’alloggiamento cartucce in posizione di sostituzione. Per fare ciò, premere il pulsante INK/OK (evidenziato in figura 2) sul pannello della stampante oppure seguire la procedura guidata di sostituzione cartucce presente nelle Utility del Software stampante.

Tasti della stampante Epson
Figura 2: Tasto INK/Ok sulla stampante Epson

Quando il carrello si trova in posizione libera, premere con le dita su tutte le cartucce per assicurarsi che siano tutte in posizione corretta, a fondo e ben agganciate nel proprio alloggiamento. Se occorre, è possibile estrarle (delicatamente e con attenzione) e poi reinserirle in posizione, eventualmente controllando l’integrità dei contatti elettrici.

Al termine le cartucce dovrebbero venire tutte accettate.

Cosa fare se dopo aver utilizzato per qualche tempo una cartuccia questa viene mostrata come “non riconosciuta”

Se si utilizzano cartucce originali, quando una di queste si esaurisce, viene correttamente mostrata l’indicazione “Cartuccia Esaurita”.

Se invece si utilizzano cartucce compatibili, quando esse si esauriscono, tipicamente l’informazione che viene visualizzata è “La cartuccia non può essere riconosciuta”.

Questo non deve essere interpretato come un sintomo di difettosità. Se la cartuccia ha comunque lavorato per un tempo adeguato, semplicemente ha raggiunto il suo fine vita. Purtroppo però il software della stampante lo esprime con un falso segnale di anomalia. Sostituire dunque la cartuccia esaurita e riprendere la stampa normalmente.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.